Mostri volume 6, la recensione delle storie targate Bugs

Mostri volume 6. La recensione di comicsPReview della nuova pubblicazione targata Bugs Comics. Segue il nostro breve parere tecnico su ogni singola storia breve di questa raccolta antologica. Il volume è introdotto da un’elegante copertina realizzata da Valerio Giangiordano.

Il grande sogno di A. Barone e P. Minotti. Pregi: mescola l’horror al noir, gestendo bene il passaggio da noir puro ad orrore puro. I disegni ben si sposano con il genere investigativo rétro. Difetti: nonostante la buona narrazione, il finale non entusiasma: appare telefonato, pur chiudendo come si deve la trama.

Terza età di G. Fumasoli e A. Maruccia. Pregi: questa storia sfrutta l’horror come “fattore sorpresa” per regalare un momento esilarante. E’ un racconto simpatico e trash, disegnato con altrettanta allegria stilistica. Difetti: la trama grottesca giustifica alcune vignette caotiche e poco particolareggiate. Quindi, nulla da sottolineare in termini negativi.

Viaggio verso casa di M. Scali e U. Giampà. Pregi: è una delle storie più intense ed esaustive del volume. E’ seria, introduce il tema del voodoo, è ricca di azione. Caratterizza bene il protagonista principale. Fa percepire l’orrore in movimento, quello che ti segue e ti assale. Ha un finale ben strutturato. I disegni aiutano ad esaltare i momenti topici della trama. Ottima l’ambientazione e gli aspetti “etnici e culturali” che si rivelano cruciali.

Mostri volume 6 – tutte le altre storie

Le esequie durature di G. Congedo e R. Frezza. Pregi: storia facile, veloce da leggere, disegnata con pulizia. Difetti: poco originale e ambiziosa. I mostri vengono utilizzati in chiave “comica”, ma fanno poco ridere.

Monstreaming di A. Crippa e F. Vartuli. Pregi: il terrore diventa virale e poco virtuale. Pregevole la trama di questa avventura che galleggia tra realtà e finzione. E’ una storia matura, che nasconde una sensata critica sociale. Riesce a strappare sorrisi ed a spaventare. Validi i disegni, tra i più realistici e curati di questa pubblicazione.

Le mosche e la luna di S. Vilella e F. Valdambrini. Pregi: tecnicamente è una bella storia, ben raccontata, ben sceneggiata e disegnata con grande professionalità e tecnica. Difetto: il finale è telefonato sin dalla prima tavola.

La morte non muore di M. La Neve e G. Caracuzzo. Pregi: è una storia classica sotto tutti gli aspetti. I testi mettono in evidenza un’espressività più composta e meno spigliata. I disegni migliorano dopo una tavola iniziale troppo compressa. Difetti: prevedibile la parte finale del racconto.

Draghi e Pulzelle di Sicomoro e B. Brindisi. Pregi: altro esempio di comicità a servizio del genere horror. E’ piacevole il tocco di fantasy. Difetti: questo fumetto resta un piccolo esercizio stilistico, facilmente dimenticabile.

Il volume Mostri volume 6 offre anche un piacevole momento di relax, grazie alle vignette umoristiche e mostruose di G. Fumasoli e A. Farina. Per altre informazioni e per acquistare il volume cliccate qui!

http://www.bugscomics.com/wp-content/uploads/2016/12/Cover-M6-R-2016.png

Commenti

commenti

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com