Morbius, la vera storia del vampiro dei fumetti protagonista del nuovo film

Morbius, secondo Variety, sarà il protagonista di un nuovo film targato Sony Pictures. La pellicola dedicata al vampiro vivente della Marvel Comics dovrebbe essere ambientata nello stesso universo narrativo di Venom e Silver & Black (Silver Sable e la Gatta Nera).

Secondo le prime indiscrezioni il film è stato affidato agli screenwriters di Power Rangers: Burk Sharpless e Matt Sazama. I due hanno già una certa esperienza con il mondo dei vampiri, considerato che hanno lavorato sul film Universal intitolato Dracula Untold.

LEGGI Marvel Comics ha annunciato il matrimonio del secolo! Fissata anche la data…

Morbius – La storia delle sue origini

Morbius ha fatto il suo debutto nel mondo dei fumetti nel 1971, sull’albo Amazing Spider-Man #101. E’ stato creato da Roy Thomas e Gil Kane. Seguono dettagli sulla sua storia, tratti da Wikipedia:

“Michael Morbius era un brillante scienziato affetto da leucemia a cui restavano solo pochi giorni di vita. Per cercare di salvarlo, il suo amico Emil Nikos gli iniettò il sangue di un pipistrello vampiro. Michael entrò poi in una macchina di sua invenzione, azionata da Emil, la quale operò una terribile trasformazione sul corpo dello scienziato, trasformandolo in una creatura orripilante, animata da una spaventosa sete di sangue.

Per sfortuna di Morbius gli elettroshock arginarono in qualche maniera il liquido inoculato nel suo organismo. Il docile e pacato ricercatore cominciò a cambiare aspetto e si trasformò in un mostruoso essere, del tutto simile, per aspetto ed abitudini, ad un vampiro: sbiancò completamente diventando cadaverico come la morte, i suoi canini si ingrandirono fino a diventare affilati come rasoi, i suoi lineamenti divennero simili a quelli di una bestia, la sua forza si triplicò e fu aggredito da un’enorme sete di plasma. Incapace di governare la propria sete Morbius attaccò e massacrò l’amico Nikos. Mentre Morbius stava per ingerire il corpo senza vita di Nikos, si rese conto di ciò che era divenuto e scappò lasciando lì il cadavere dell’amico. Da quel momento Morbius non si è più dato pace. Isolato da tutti, in una capanna desolata, riuscì a riacquistare le forze dopo un lungo sonno popolato da sogni sulla vita passata, sulla sua fidanzata Martine Bancroft e su Emil. Al suo risveglio si cibò del sangue di un senzatetto.

Recatosi alla casa del Dr. Connors, Morbius vi trovò l’Uomo Ragno, che stava cercando una cura per eliminare le quattro braccia supplementari che per errore aveva creato lui stesso.”

Commenti

commenti

Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com